Torna su
Numero Verde: 800 401 922

Social Media e B2B

 

I Social Media nel B2C sono in grado di portare a risultati sorprendenti: un uso virtuoso di questi canali secondo una strategia consapevole, in un mercato che si rivolge direttamente al consumatore finale, può fare la differenza nel marketing mix. E per quanto riguarda il B2B? Utilizzare efficacemente i social media anche per questa categoria di operatori è ben più sfidante, perché il target non è più il consumatore, bensì professionisti e attori di un settore specifico.

L’obiettivo principale delle attività B2B è generare lead, quindi attirare l’attenzione, suscitare l’interesse dei clienti verso servizi e prodotti. La maggior parte degli operatori del marketing è d’accordo nel ritenere che la generazione di lead sia la più grande sfida del web. I nuovi media possono produrre dei risultati apprezzabili in questo senso? La risposta è sì sebbene prevalga l’utilizzo di canali di contatto più classici, come le mail e le ricerche di mercato.

Di seguito riportiamo un'infografica di InsideView che mette in luce come i social media stiano acquistando credibilità e importanza agli occhi degli attori del B2B: solo il 14% degli operatori non li utilizza. Sta quindi crescendo una  certa consapevolezza rispetto alle opportunità derivanti da un buon utilizzo delle piattaforme social, anche se non tutti hanno la percezione totale della loro efficacia e continuano a considerarli canali da presidiare solo per la loro diffusione di massa.

Tra i canali principali di generazione di lead nel mondo B2B emerge LinkedIn,  sorpassando anche Facebook e Twitter, parallelamente all’attività di blogging. Risultato ovvio, se pensiamo che nel settore business si tende a mantenere un approccio più professionale, abbandonando toni colloquiali e informali usati tipicamente per i social network come Facebook e Twitter: il blog aziendale e LinkedIn, con il loro tono più formale e la cornice professionale che conferiscono alla comunicazione, sono perfetti come dimostrano anche i dati relativi all’efficacia di questi mezzi nel generare lead.

A prescindere dagli obiettivi di lead, la strada che porta il B2B sulle vie del social media marketing è quella giusta, visti i risultati positivi di queste strategie: l'infografica stessa riporta il caso di successo di IBM che ha conseguito un incremento delle vendite pari al 400% grazie ad uno specifico programma di social selling. L'aspetto fondamentale da capire per chi opera nel B2B è se i clienti e i prospect sono sui social network e li utilizzano con una certa frequenza e se anche i competitor hanno acquisito i propri spazi social, così da pianificare una strategia di differenziazione e in grado di generare engagement.

 

social media e b2b

 

 

[Fonte: blog.linkness.com]

,